Motor skills 2

AbilitàMotorie2

flags_of_United-Kingdom
[…]
Although we have said that only one decision can be made at a time, we might often feel that we are able to do more than one thing simultaneously. This might be the case if you change gear in a car and talk to your passenger at the same time, or type instructions into a computer whilst having an unrelated conversation. This can be accomplished because of the ability to develop motor skills, also sometimes  known as motor memory. Motor skills allow us to carry out an action with minimal use of the central decision-maker. Let’s take the example of changing gear in a car. When a learner driver first tries to do this, almost all the available concentration is likely to be required. With practice, however, the task becomes easier and requires less attention. And changing gear ultimately becomes a virtually automatic action requiring no real attention at all. In other words, it becomes a function of what an analytic psychologist would call the unconscious.
In terms of flying an aeroplane, motor skills are essential if a pilot is to ‘juggle’ the many decisions and action that need to be taken in the course of a flight. Although use of motor skills allows attention to be directed to others things, they embody a trap for the unwary. Operating controls and switches often vary even between individual aircraft of the same type. So you seem to be unable to decide on weather the indicator controls should be on the left or the right of the steering column. The result will be familiar to anybody who regularly drives more than one type of car. Either the windscreen washer start operating as you change lane or you get a windscreen full of screen wash instead of a flash of the headlights.
Going back to the example of changing gear in a car, your motor skills can catch you out here too. If you have been used to driving a right-hand drive car, the first time you drive a left-hand model can be an interesting experience! You will find yourself having to monitor your action consciously and very carefully to make sure that you don’t try to change gear with the wrong hand, for example. Something similar happens if you decide to become an instructor and have to learn to fly from the right-hand seat; it can take a while to get used to the new situation. The point is that even if an action can take place without conscious effort, it should be monitored to ensure that it is appropriate. This is never more vital than when you are operating in unfamiliar surroundings – flying a new aircraft type being an excellent example.

flags_of_Italy
Anche se abbiamo detto che solo una decisione alla volta può essere intrapresa, è possibile sentirsi in grado di fare più cose simultaneamente. Può essere il caso in cui, alla guida di una macchina, cambi di marcia e contemporaneamente parli al passeggero, oppure lavori al computer mentre conversi su argomenti non attinenti all’attività in corso. Questo può avvenire acquisendo una particolare abilità chiamata abilità motoria. L’abilità motoria ci permette di portare avanti un azione con un uso minimo del processo di decisione centrale. Riprendiamo l’esempio precedente. Quando un guidatore è alle prime armi, cambiare la marcia richiederà tutta la sua attenzione. Con l’esperienza il compito diverrà più semplice e richiederà minor attenzione. Infine, cambiare la marcia diverrà un gesto talmente automatico che non richiederà più alcuna attenzione. In altre parole, diverrà una funzione chiamata inconscia.
L’abilità motoria nel condurre un aeroplano è fondamentale, soprattutto quando un pilota deve riuscire a gestire situazioni in cui le decisioni e le rispettive azioni devono essere prese durante il volo.
L’uso delle abilità motorie, quindi, ti permette di indirizzare l’attenzione verso altre azioni, ma esse possono rappresentare anche un agguato per gli imprudenti. Controlli e interruttori spesso variano anche relativamente ad aerei dello stesso tipo. Puoi quindi essere convinto di aver azionato la leva dell’aria calda, quando in realtà, hai azionato il correttore della miscela. Se l’azione non è memorizzata ad un livello consapevole, azioni di questo tipo potranno avere serie conseguenze! Allo stesso modo i produttori di automobili sembrano non accordarsi sulla posizione delle leve di controllo rispetto alla posizione dello sterzo. Il risultato, nel caso tu non sia familiare con i vari modelli potrà essere senz’altro meno traumatico, ma potrai trovarti a cambiare corsia azionando la leva dei tergicristalli!
Tornando indietro all’esempio del cambio di marcia in auto le tue abilità motorie possono tradirti anche in questo caso! Se sei abituato ad un auto con la guida a sinistra e siedi per la prima volta su un modello con la guida a destra, troverai l’esperienza piuttosto interessante! Ti accorgerai di dover monitorare le tue azioni coscientemente e molto attentamente, se non vorrai trovarti a cercare di azionare la leva del cambio con la mano sbagliata! Qualcosa di simile ti capiterà qualora decidessi di diventare istruttore e dover imparare a volare sul lato destro; ci vorrà del tempo per assimilare la nuova posizione. In sostanza anche se un azione può essere condotta inconsciamente, questa dovrà essere attentamente monitorata per essere sicuri che questa sia appropriata. Questo è ancor più vero se ti trovi ad operare in ambienti che non conosci in un aereo su cui non voli abitudinariamente.

In flight towards Genova.

Annunci

Abilità motorie 2

AbilitàMotorie2

[…]
Anche se abbiamo detto che solo una decisione alla volta può essere intrapresa, è possibile sentirsi in grado di fare più cose simultaneamente. Può essere il caso in cui, alla guida di una macchina, cambi di marcia e contemporaneamente parli al passeggero, oppure lavori al computer mentre conversi su argomenti non attinenti all’attività in corso. Questo può avvenire acquisendo una particolare abilità chiamata “abilità motoria.” L’abilità motoria ci permette di portare avanti un azione con un uso minimo del processo di decisione centrale. Riprendiamo l’esempio precedente. Quando un guidatore è alle prime armi, cambiare la marcia richiederà tutta la sua attenzione. Con l’esperienza il compito diverrà più semplice e richiederà minor attenzione. Infine, cambiare la marcia diverrà un gesto talmente automatico che non richiederà più alcuna attenzione. In altre parole, diverrà una funzione chiamata inconscia.
L’abilità motoria nel condurre un aeroplano è fondamentale, soprattutto quando un pilota deve riuscire a gestire situazioni in cui le decisioni e le rispettive azioni devono essere prese durante il volo.
L’uso delle abilità motorie, quindi, ti permette di indirizzare l’attenzione verso altre azioni, ma esse possono rappresentare anche un agguato per gli imprudenti. Controlli e interruttori spesso variano anche relativamente ad aerei dello stesso tipo. Puoi quindi essere convinto di aver azionato la leva dell’aria calda, quando in realtà, hai azionato il correttore della miscela. Se l’azione non è memorizzata ad un livello consapevole, azioni di questo tipo potranno avere serie conseguenze! Allo stesso modo i produttori di automobili sembrano non accordarsi sulla posizione delle leve di controllo rispetto alla posizione dello sterzo. Il risultato, nel caso tu non sia familiare con i vari modelli potrà essere senz’altro meno traumatico, ma potrai trovarti a cambiare corsia azionando la leva dei tergicristalli!
Tornando indietro all’esempio del cambio di marcia in auto le tue abilità motorie possono tradirti anche in questo caso! Se sei abituato ad un auto con la guida a sinistra e siedi per la prima volta su un modello con la guida a destra, troverai l’esperienza piuttosto interessante! Ti accorgerai di dover monitorare le tue azioni coscientemente e molto attentamente, se non vorrai trovarti a cercare di azionare la leva del cambio con la mano sbagliata! Qualcosa di simile ti capiterà qualora decidessi di diventare istruttore e dover imparare a volare sul lato destro; ci vorrà del tempo per assimilare la nuova posizione. In sostanza anche se un azione può essere condotta inconsciamente, questa dovrà essere attentamente monitorata per essere sicuri che questa sia appropriata. Questo è ancor più vero se ti trovi ad operare in ambienti che non conosci in un aereo su cui non voli abitudinariamente.

In volo verso Genova.

Pilot Glory

Pilot Gloy

Di ritorno da un volo lungo la costa del Mar Ligure e diretti a Firenze, l’atmosfera non era delle più rilassate..
Un senso di inquietudine si era impadronito di noi ..
L’avvicinamento a Genova non era stato semplice, sballottati da violenti raffiche, e costretti a riattaccare a pochi piedi dal suolo, eppure adesso sulle cime degli Appennini, l’aria era calma e il cielo eccezionalmente limpido e terso.
Certo l’ inquietudine si trasformò in autentico stupore quando realizzammo di essere inseguiti, a una quota leggermente più bassa, da un ombra dalle sembianze simili alla nostra!
Un insieme di circostanze ci aveva resi protagonisti di questo magnifico fenomeno ottico!