“Sterile Cockpit”

Approaching

“Stavo rientrando alla base da un volo vfr quando a circa 6 miglia effettuai una “chiamata all’aria” denunciando la mia posizione. Un pilota che mi preveniva, già inserito in circuito, mi informò della sua presenza, e della sua intenzione di atterrare sulla pista 15. Risposi che mi sarei inserito in un circuito per pista 15. Ero appena partito dallo stesso aeroporto dalla pista 33 da circa 45 minuti, e la mia attenzione, quando prossimo ad atterrare, si era concentrata soprattutto nei confronti dell’autopilota. Feci quindi un perfetto circuito e quando in finale un pilota in partenza dalla 15 mi passò sulla testa comunicandomi che ero in finale per pista 33. Pur avendo comunicato la mia intenzione di atterrare sulla pista 15 avevo fatto un perfetto circuito per pista 33.”
NASA Number: 409892
Una regola aurea che viene strettamente osservata nei voli commerciali è quella che sotto ai 10.000 piedi tutti i dialoghi dell’equipaggio sono inerenti alle delicate ultime fasi del volo relative all’avvicinamento e all’atterraggio (“sterile cockpit”).
Allo stesso modo i piloti dell’aviazione generale dovrebbero applicare le stesse identiche regole, interrompendo qualsiasi altra conversazione, a una decina di miglia dall’aeroporto di destinazione.

Nella foto un corto finale per pista 05 a Firenze – Peretola