Il tempo, l’elemento finale

[…]
Una considerazione sul tempo, la quarta dimensione in aviazione.
Una volta strutturate le azioni e intraprese le debite decisioni, non permettere al tempo di prendere il sopravvento facendoti perdere il controllo. Adotta il giusto il ritmo delle azioni da intraprendere, anche la corretta procedura può essere condotta in maniera eccessivamente rapida oppure troppo lentamente. Gli incidenti accadono a causa della perdita di controllo della situazione. Spesso è proprio la fretta a uccidere piuttosto che un’azione ritardata. Le checklist eseguite in tutta fretta possono non essere completate e azioni pianificate correttamente ma eseguite frettolosamente non sortire l’effetto voluto. Imponiti un ritmo e tieni a mente che a un azione non programmata ne seguiranno altre. Appena la situazione è sotto controllo, aspettati di doverne fronteggiare altre.

Al di là della capacità di gestire al meglio il tempo, ci sono altre tecniche fondamentali da utilizzare per un approccio più strutturato e razionale ai cambiamenti in volo. Molte di queste appartengono ad una generica attività di volo, ma vengono disattese durante una situazione imprevista. Dalle prime lezioni di volo, siamo stati addestrati ad attenersi a questi 4 passi per fronteggiare un’emergenza:
Mantieni il controllo!
Analizza la situazione!
Intraprendi le opportune azioni!
Atterra appena le condizioni lo permettono!
Questi passi sono determinanti per ogni imprevisto in volo. Non può considerarsi scontato che mantenere il controllo dell’aereo sia così automatico nel caso di un imprevisto in volo. Al contrario, molti incidenti si verificano durante i momenti immediatamente successivi all’imprevisto. Mi è stato raccontato di un pilota che in volo in cabina sul jumpseat osservò che a seguito di un cambiamento di un punto di riporto lungo la rotta, l’equipaggio per ben 14 minuti limitò la loro attenzione al Flight Management System senza mai alzare la testa, fidandosi ciecamente dei controllori di volo!
Soltanto dopo aver intrapreso quelle opportune azioni di controllo dell’aereo è possibile passare ad un’analisi attiva della situazione.
(segue)

La “portante” ala del Cessna 172

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...