Airmanship requires multiple knowledge bases!


[…]
Expert airmen possess a knowledge of themselves, their aircraft, their team, the physical, regulatory, and organizational environment, and risk. Work these areas systematically until you reach a comfortable level in each, and then establish a procedure for periodic review. An old joke asks “what are the three considered most useless to a pilot?“. The standard answer is “runway left behind, altitude left above, and..(fill in the blank).” My blank filler would be “inert knowledge”.
For example, that useless book learning that can be recalled at groundspeed zero for test purposes but is not known well enough to be recalled when your life is on the line. We have seen examples of aviators who were unable to recall important information when it was needed, who often paid the ultimate price for their lack of preparation. The only solution to inert knowledge is deeper study and drill so that critical knowledge recall becomes a subconscious event that leaps to the surface effortlessly when needed. The second half is knowing where to find other information if required, not only for use in flight, but to develop your knowledge across the breadth of airmanship. Topics like CRM, situational awareness, weather, and others should all be readily available to deepen your understanding in these important airmanship topic areas.
(to be continued)


Un pilota esperto possiede una moltitudine di conoscenze; dell’aereo, delle regole in generale, delle reazioni fisiche e dello stato del rischio. Lavora in queste aree e organizza quindi una procedura per una verifica periodica. Un vecchio detto dice: “quali sono le tre cose più inutili per un pilota?” La risposta standard è: “la pista alle spalle, il cielo sopra di te, la benzina nelle taniche, e….” (concludi da solo). Lo spazio vuoto potrebbe essere riempito scrivendo “la conoscenza passiva”.
Ad esempio quel libro che potresti rispolverare o che non conosci abbastanza bene da poter essere richiamato alla mente quando nei hai veramente bisogno. Abbiamo visto innumerevoli casi di piloti che erano incapaci di richiamare alla mente quelle informazioni di cui avevano bisogno e che hanno pagato a caro prezzo la loro carente preparazione. L’unica soluzione ad una preparazione passiva è uno studio approfondito, così che richiamare alla mente certi concetti diventi automatico quando nel bisogno. Amplia le tue possibilità di informazione e di crescita culturale attraverso la lettura di testi specifici trovando quelle informazioni utili, non solo da utilizzare in volo, ma per migliorare in genere le tue conoscenze e la tua cultura del volo. Argomenti come CRM, coscienza situazionale, il meteo, ed altri dovrebbero essere argomenti da approfondire in quelle che sono aree topiche della conoscenza.

A sud della città, prossimi all’inserimento

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...