5 scuse ricorrenti (2)

scusericorrenti2
[…]
Le regole sono per i piloti incapaci di badare a se stessi
La logica in questo caso è che le regole sono pensate per garantire la sicurezza a tutti, anche ai livelli più bassi, quindi se un pilota esperto le viola è probabile che non sia il caso di preoccuparsi. Le regole sono pensate per proteggere sia i piloti esperti che quelli alle prime esperienze. Questo fatto dovrebbe essere particolarmente convincente. E’ un sistema che prevede che i piloti devono operare in maniera conforme a tutti gli altri affinché questo possa funzionare. Alla guida di un auto, all’interno delle regole stradali, se qualcuno costantemente sfreccia passando col giallo, sarà solo questione di tempo affinché anche chi si attiene alle regole resterà coinvolto in un incidente. Poiché nessun pilota ha l’esclusività dello spazio sopra le nostre teste, condividiamo una responsabilità morale nel seguire delle linee guida, indipendentemente dalle nostre capacità ed esperienze.

Esiste un infinità di regole, in passato alcune non esistevano e ciononostante i piloti volavano in totale sicurezza
La prima parte di questa affermazione solitamente provoca accesi dibattiti in molti settori dell’industria aeronautica, ma le capacità, la complessità e l’alto numero di aerei che oggigiorno operano nei cieli impone un certo livello di regolamentazione. La vastità delle odierne regolamentazioni possono sembrare esagerate al singolo pilota, ma all’interno del grande sistema aviatorio che comprende piloti della domenica, jets commerciali, aeroplani militari che condividono lo stesso cielo, il bisogno di una ferrea regolamentazione appare chiara.

Se mi attengo alle regole, non spingendomi oltre, non riuscirò mai a migliorarmi come pilota
Molti piloti si sentono costretti all’interno della ferrea regolamentazione, ciononostante vorrebbero evadere dalle linee guida per dimostrare a se stessi e agli altri le loro capacità. Molte manovre ad alto rischio richiedono la supervisione di un istruttore e un apposito spazio aereo. Molte delle regole che si occupano della sicurezza, sono il risultato dell’esperienza di altri piloti che hanno pagato con le loro vite quello che pensiamo non valga la pena essere rispettato. Coloro che sentono il bisogno di spingersi oltre sono consigliati di attenersi alle regole. Uscire dall’inviluppo delle capacità tecniche dell’aereo o le proprie, oltrepassandone i limiti, può avere conseguenze che nel migliore dei casi saranno solo spaventose, ma potenzialmente fatali se il dado rotola dalla parte sbagliata.
L’eccellenza in aviazione richiede l’osservanza delle regole. Nel 1704 Joseph Addison asserì che la disciplina è una virtù che innalza l’uomo rispetto ad un’altro. Non era un pilota ma aveva la stoffa per esserlo. Aveva capito che la disciplina è fare la cosa giusta anche se non sei osservato! Riguardo alla disciplina del volo fare la cosa giusta significa fare tre cose:

-Conoscere quale regole applicare nell’ambiente dell’aria
-Tenersi fuori da situazioni a rischio che potrebbero implicare una situazione di emergenza
-Non essere tentato dall’inosservanza senza un valido motivo

Quando combinati, questi elementi definiscono la disciplina dei regolamenti. Tieni a mente che quando violi le regole senza motivo stiamo avventurandoci lungo un sentiero sconosciuto.

“Perdona un’offesa e né incoraggerai molte”. Publilius Sirio.

Quasi allineati 05

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...