Airmanship!

Airmanship!
[…]
Anche l’individuo con le migliori intenzioni deve essere motivato a migliorarsi, in questo senso le organizzazioni di volo dovrebbero provvedere alla creazione di incentivi per migliorare l’airmanship individuale. Questi incentivi possono essere di vari tipi, dalle certificazioni assegnate attraverso corsi specifici a le promozioni attraverso una verifica della competenza, in sostanza, queste, dovrebbero promuovere l’airmanship attraverso l’incoraggiamento, rivolto a coloro che desiderano migliorarsi.

Principi di airmanship
Gli aviatori hanno bisogno molto di più che di regolamenti, di linee guida, di procedure e di “quello che si dice” per diventare esperti. Abbiamo bisogno delle stesse linee guida che in altri campi servono a misurare i progressi sulla strada dell’eccellenza.
Ciascun principio di airmanship è seguito da uno standard non quantificabili in senso tradizionale (+/-10 knots) ma piuttosto metri qualitativi per determinare livelli personali di airmanship. È sperabile che gli aviatori che capiscono il valore di questa disciplina, usino questi principi attraverso un’azione personale.
Principio 1 Airmanship come insieme
Tutti gli aspetti dell’airmanship sono in stretta relazione tra loro. Non comprendere la relazione esistente significa indebolire l’intera impalcatura. Storicamente i piloti sono stati identificati come protagonisti di grande imprese: il recupero miracoloso, il passaggio più basso, il circuito più stretto, l’atterraggio più morbido. Alcuni piloti considerano gli esperti di impianti o di tattiche come modelli di riferimento. Ma questi approcci sono imperfetti se non viene compreso il termine di airmanship nel suo insieme: disciplina, abilità, competenza, conoscenza dell’aeroplano e di se stessi, del team, dell’ambiente e del rischio. Airmanship significa coscienza situazionale e capacità di valutazione. Se alcuni di questi elementi vengono a mancare significa una conoscenza parziale e quindi, un attitudine apatica.
L’ airmanship comprende abilità fisiche, mentali ed emotive o come direbbero gli psicologi dell’educazione i domini della psicomotricità, e quelli cognitivi. Airmanship significa gestire questi domini simultaneamente e con destrezza. Ovviamente questo non è un obiettivo facile, ed alcuni troveranno un ostacolo a questo tipo di competenza. Ma un pilota, per quanto abile ma incapace di contenere le sue emozioni, non starà dimostrando una buona airmanship, ne l’esperto di sistemi per quanto calmo, potrà far atterrare un aereo con il vento al traverso. Airmanship richiede competenze fisiche, mentali, ed emotive.
(segue)

In salita per FL 80

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...