Summary of effective judgment and decision making

SummaryJudgementDecMaking

flags_of_United-Kingdom
[…]
The foundations and pillars of airmanship form the basic for good judgment and decision making. There is no room for imperfect flight discipline, and there are no shortcuts to adequate preparation in the skill, proficiency, and knowledge arenas. Once these prerequisites are in place, an aviator can successfully and systematically improve proven concepts and by avoiding common pitfalls. All good judgment and decision making is grounded in accurate situation assessment. For a pilot to take appropriate actions in flight, this assessment must answer three crucial questions. The first question is: “What is the precise nature of my problem?”. The second question a flyer should ask is: “What are the risk associated with this situation?” The final question in situation assessment is: “How long di I have to work the problem?”
Understanding the types of decisions made in flight allows an aviator to focus on key ingredients of success fore each decision type. Rule-based decisions are seen as the most straightforward, but they require at least two prerequisites for effective usage. The pilot must have the knowledge of the applicable rules and directives and he must have the personal integrity and discipline to apply them when appropriate and not just when convenient.
Knowledge-based decisions fall into the well-defined and ill-defined categories. Well-defined problems require checklist and procedural knowledge and discipline. Ill-defined problems require more complex problem-solving skills.
Several pitfalls should be avoided if one is to consistently practice sound judgment. A pilot must take care not gasp at the first available solution or one that is offered by a more experienced pilot. The strength of an idea should be based on its validity for the given situation and not its origin or timeliness. Care should be taken to avoid groupthink, a phenomenon in which a lack of assertiveness prevents key information from being presented in an effort to promote group harmony. The scheduling function is critical to problem solving in flight. Temporal distortion should be expected and accounted for. Use the clock to help, and if possible, jot down a written schedule for action on your knee board. Expect your internal clock to malfunction, so don’t be phased when it does. The tendency for pilots in command to seek a perfect solution often results in delaying necessary actions. A recommended tactic is to find a workable solution and then set about improving it if time and conditions permit.
(to be continued)

flags_of_Italy
Capacità di giudizio e decision making costituiscono quindi i pilastri della buona condotta del volo. Non c’è spazio per una disciplina del volo imperfetta e non ci sono scorciatoie ad una adeguata preparazione relativamente all’abilità, all’efficienza e alla conoscenza. Una volta che questi requisiti sono a posto, un pilota può sistematicamente e con successo migliorare le proprie capacità di giudizio e la decision making attraverso la conoscenza e la situational awareness, e mettendo in pratica concetti acquisiti ed evitando errori comuni. Per un pilota prendere le giuste decisioni in volo significa rispondere e 3 cruciali domande.
La prima: “qual è la vera natura del problema?” La seconda: “quali sono i rischi associati a questo problema?” L’ultima domanda “quanto tempo ho a disposizione?”
Comprendere la casistica delle decisioni in volo permette al pilota di focalizzare sui singoli ingredienti che costituiscono il successo del tipo di decisione. Quelle basate sulle regole sono considerate le più chiare ma il pilota deve possedere la conoscenza dell’applicazione delle regole e delle direttive. Inoltre deve applicarle con disciplina quando queste sono appropriate e non quando sono solo convenienti.
Quelle basate sulla conoscenza ricadono nel campo delle problematiche chiare e definite o di quelle indefinite. Quelle chiare e definite richiedono l’uso delle checklist, la conoscenza delle procedure e della disciplina. Problemi indefiniti richiedono maggiore abilità.
Molti errori potrebbero essere evitati se la capacità nel giudizio venisse esercitata periodicamente. Un pilota dovrebbe star attento a non considerare la prima soluzione come la migliore oppure quella suggerita dal pilota più esperto. La forza di un’idea dovrebbe essere basata sulla sua validità in quella particolare situazione e non a priori o per mancanza di tempo. Particolare attenzione deve anche essere posta nelle soluzioni di gruppo, una fenomenologia dove la carenza di assertività impedisce la discussione per preservare l’armonia del gruppo. La programmazione è un problema critico in volo, la distorsione temporale deve essere considerata e attentamente valutata. Aiutati con l’orologio e se possibile scrivi un programma di azione con i tempi necessari affinché il problema sia risolto. Aspettati che il tuo orologio interno sia in difetto, quindi non meravigliartene. La tendenza per i piloti al comando di ricercare la soluzione perfetta spesso porta ad azioni intraprese in ritardo. Il consiglio è di mettere in pratica una soluzione accettabile migliorandola se il tempo lo permette.

Visibilità in infinita sulla Pianura Padana

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...