Ostacoli all’abilità e alla competenza

OstacoliAbilitaCompetenza
[…]
Mancanza di abilità e competenza possono dipendere da molti fattori non tutti controllabili dal pilota. Il pilota è il “controllore finale”, ed è l’unico responsabile del suo addestramento. Consideriamo qualche motivo per cui un pilota può non sviluppare un certo livello di abilità e competenza o il motivo che possano portare a che questi si “atrofizzino”.

Scarsa auto-consapevolezza
I termini “current” e “qualified” non assegnano necessariamente a un pilota le qualifiche di abilità e competenza. Livelli individuali di abilità e competenza sono mutevoli nel tempo e richiedono valutazioni costanti per mantenersi nei limiti della sicurezza. Riuscire a valutare la propria efficienza è un esercizio difficile e per questo largamente ignorato dai piloti che si basano esclusivamente sulle normative esistenti quali i check annuali o biennali come richiesto.
La disciplina dell’auto-valutazione dopo ogni volo ti fornirà preziosi riscontri circa l’andamento e la tua crescita personale. Puoi migliorarti negli avvicinamenti strumentali e negli atterraggi con il vento al traverso, allo stesso tempo la tua consapevolezza situazionale sta deteriorandosi. Un’auto-valutazione disciplinata è la chiave per migliorare le tue abilità aviatorie.
Allo stesso modo con cui non ti azzarderesti mai a volare su un’aereo con un solo strumento a disposizione, allo stesso modo un cross-check multiplo è importante e necessario per mantenere alti livelli di abilità e competenza.
Addestramento carente
Sfortunatamente, come in tutte le professioni, non tutti gli istruttori sono degni di questo nome, piuttosto dovrebbero essere qualificati come “distruttori” poiché possono seriamente fare più danni che altro con la loro incapacità e mancanza di professionalità. La maggior parte di questi sono volenterosi e professionali e quelli scarsi una minoranza ma se sarai assegnato ad un istruttore poco professionale sarai poco interessato a conoscere le statistiche. Come puoi riconoscere le qualità del tuo istruttore e cosa fare se hai delle perplessità sul suo operato?
La prima impressione che hai del tuo istruttore è solitamente buona. Un buon istruttore dovrebbe organizzare un piano relativamente ai tuoi miglioramenti e aver chiari gli obiettivi e i tempi. Essi sanno quando è il momento di parlare o lasciarti volare effettuando briefing pre-volo e post-volo seguendo costantemente un programma. Solitamente non sono prevenuti e possono lavorare con personalità diverse per venire incontro alle diverse esigenze, ma soltanto tu sei responsabile della tua istruzione. Se non riesci ad apprendere, stai perdendo il tuo tempo e quello dell’istruttore, i quali sono perfettamente in grado di riconoscere l’inutilità di un insegnamento inefficiente, ma come allievo devi prendere l’iniziativa, poiché molti di loro continueranno a tentare di insegnarti a lungo fintanto che lo studente si dimostra disponibile. Lascia che sia il tuo istruttore a suggerire un’alternativa al suo insegnamento attraverso le sue conoscenze per indirizzarti a un istruttore che esercita nelle vicinanze. Naturalmente non sei obbligato, ma spesso potrà fornirti utili indicazioni.
(segue)

Chioggia 1500 ft., in avvicinamento a Venezia Lido

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...