Three critical events 1

Prestazioni..3

flags_of_United-Kingdom
Experience is a good teacher, but it doesn’t always teach good habits, techniques, or procedures. Our experimental development depends largely on with whom we fly and what happens when we fly. Three critical events greatly shape our airmanship development.
The first role model
New flyers are a lot like kids. We are very impressionable and often take on the characteristics of those from whom we learn. Our parents used to tell us, “Choose your friends wisely“. This advice holds a special value for aviators, where the flying environment is often defined by a relatively small circle of friends with whom we share our hobby or profession. Of all the influences on our development, perhaps none is as important as our first role model. This role model is not necessarily our first instructor, although it often is. The disastrous consequences of a negative example is easily imaginable but now we want to share a positive example:
Craig Wolfenbarger was an excellent instructor and despite that many others had a capacity equal to his, two things made him special:
First, he seemed to never make a procedural mistake, and second, he didn’t take shortcuts. He never omitted a briefing item and never missed a checklist step. He put down his flaps at the same point on every pattern and never failed to adjust his patterns for drift. He was a machine. It was incredible. This level of competence set a standard that his students may never reach but will forever strive to achieve. Although his instruction was also excellent. His teaching skills were excellent and surprisingly he never waisted his time in unnecessary explanations! To his students, he was an example and a model to follow.
Wolf was just as thorough on the ground. If one of his students had a question, he either found it in writing, or he got the phone to call the manufacturer to get the answer from the source. He was a professional flyer and he took no shortcuts. He left his mark on many students who strive to carry on his tradition of thoroughness and competence.
(to be continued)

flags_of_Italy
L’esperienza è un ottimo insegnante, ma non sempre ci insegna buone abitudini, tecniche o procedure. La nostra crescita personale dipende soprattutto da come, e con chi, voliamo. Tre eventi fondamentali concorrano alla nostra formazione.
La scelta del modello
Gli allievi piloti sono come bambini, facilmente condizionabili e pronti a recepire le caratteristiche degli istruttori. I nostri genitori ci hanno insegnato a scegliere con cura i nostri amici e questo consiglio è particolarmente importante nella scelta del nostro istruttore dove l’ambiente del volo è spesso costituito da un ristretto ambito di amici e conoscenti con cui condividiamo questa passione. Di tutte le influenze che ci condizionano nella nostra crescita, forse nessuna è così importante come quella di avere un modello di riferimento. Il nostro primo modello non è necessariamente il nostro istruttore, ma spesso lo diventa. Le disastrose conseguenze di un esempio negativo sono facilmente immaginabili ma adesso facciamo riferimento ad un esempio positivo:
Craig Wolfenbarger era un eccellente pilota istruttore e nonostante che molti altri avessero una capacità pari alla sua, due cose lo rendevano speciale: sembrava non commettere mai errori nelle procedure, e non prendeva mai scorciatoie. Non saltava mai un singolo passaggio di una checklist e non trascurava mai un briefing. Estraeva i flaps sempre allo stesso momento nel circuito e apportava le necessarie correzioni in caso di vento al traverso. Era semplicemente perfetto, mai in errore! La sua competenza diventava un modello da raggiungere anche se nessuno riusciva mai ad avvicinarvisi. La sua capacità di insegnamento era eccellente e sorprendente nella misura in cui mai si perdeva in inutili spiegazioni! Per i suoi allievi, egli costituiva un esempio da imitare, un modello da seguire.
Wolf era estremamente preciso anche a terra. Se uno dei suoi studenti aveva una domanda era capace di telefonare alla casa produttrice per avere una risposta dalla fonte. Era un pilota professionista e non era interessato a prendere scorciatoie. Lasciò un segno inconfondibile in generazioni di piloti alla ricerca della sua competenza e della sua perfezione.

Staying away from bad weather.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...