Scanning 1

Scanning

flags_of_United-Kingdom
All flying textbooks, all flying instructors and all examiners stress the importance of good lookout. And we all like to think we have eyes like hawks and see everything else in the sky as a matter of course. In reality all of us miss many aircraft that we might otherwise have seen, either as a result of a poor lookout technique or because we were looking in the wrong place. Limitations of the eye itself and obstructions such as post and struts which reduce the field of vision from the cockpit itself, but there are other factors that are worth considering. In the course of a flight you might well see other aircraft moving across your field of vision. As a general rule, an aircraft that moves relative to yourself is one that you are not going to hit (although that’s not to say that it won’t come close enough to give both of you a fright). An aircraft that does not move across your field of vision is much more dangerous. Such an aircraft is likely to be on a collision course with yourself. As the old adage puts it, constant bearing=constant danger. The problem is that an aircraft remaining in a constant spot on your field of vision is much less likely to be spotted, because there is no relative movement to give it away. Instead it grows in size, slowly at first and then much faster – in fact with frightening rapidity, as the closing distance reduces. It’s amazing to make the following consideration:
An aircraft traveling at 60kts. covers one nautical minute in one minute. So if a microlight is flying in one direction at 60kts. and a military fast jet is coming the other way at 420kts., che closing speed is 480kts. – which is 8×60. In other words the aircraft are closing at eight miles per minute (or a mile every seven and a half seconds or so). So if these two aircraft spot each other at a range of two miles they have just 15 seconds to avoid a collision.
To avoid this kind of problem, there are widely tested techniques.
(to be continued)

flags_of_Italy
Istruttori, libri di testo aeronautici ed esaminatori insistono sull’importanza di guardare fuori, oltre il vetro del velivolo. E a noi tutti piace pensare di avere una vista d’aquila così da vedere tutto quello di visibile nel cielo! In realtà succede spesso di non riuscire a scorgere aerei nelle vicinanze poiché guardiamo nella direzione sbagliata, oppure non conosciamo la giusta tecnica dello scanning.
Oltre ad intralci del campo visivo rappresentati dalla struttura stessa del velivolo come i montanti o i supporti dell’aereo, o ai limiti rappresentati dalle nostre capacità visive, esistono altri fattori che vale la pena di considerare.
Durante un volo può succedere di vedere un aereo attraversare il campo visivo. Come regola generale un velivolo che percepisci in movimento perché si muove relativamente al tuo stesso spostamento non è un traffico pericoloso. Naturalmente questo non esclude l’eventualità di vederlo passare ad una distanza tale da provocarti un forte senso diciamo..di inquietudine!!!
Un aereo, che al contrario non attraversa il tuo campo visivo è molto più pericoloso, infatti questo può essere in rotta di collisione! Un vecchio adagio dice a tal proposito: “constant bearing = constant danger”.
E’ evidente che un aereo che non può essere percepito come in movimento risulterà molto meno visibile e difficile da individuare, se non per il fatto di vederlo sempre più grande, all’inizio quasi impercettibilmente, poi sempre più velocemente!
In effetti è sorprendente fare la seguente considerazione:
Un aereo che viaggio alla velocità di 60kts compie un miglio nautico al minuto.
Quindi se un piccolo aereo stà volando in rotta di collisione con un jet che vola alla velocità di 420kts, la loro velocità relativa sarà di 480kts, ovvero 8×60. In altre parole i due velivoli staranno avvicinandosi l’un l’altro alla velocità di 8 miglia al minuto (circa un miglio ogni 7 secondi). Quindi, se i velivoli rusciranno a scorgersi ad una distanza di due miglia, avranno circa 15 secondi per apportare una manovra correttiva!
Per ovviare a questo tipo di problema esistono delle tecniche ampiamente collaudate.

Nerone Mountain,  flying towards Ancona.

Annunci

One thought on “Scanning 1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...