A Matter of Lenses 1

QuestioneLenti1

flags_of_United-Kingdom
When flying an airplane, it continuously forms a circuit between the information you receive and the decisions that need to be taken. Many of these take place unconsciously. An example: You are on final and you realize to be slightly high. Instinctively you will correct engine rpm or extract a few degrees of flaps. The problem is already solved even before it fully manifests itself. Because you are fully aware of the situation, you’ve made remedial actions, you have solved the problem and continued the approach. If, however, you are not aware of the situation, the unresolved problem would be compounded thus forcing you to go-around.
Being too high during final, having awareness and making the necessary corrective actions, it is a simple example. In fact, the environment around us, can be very complex, and the problems may be many, and these occur simultaneously. How can then pilots be able to manage the complexity of the situation by maintaining awareness and managing the various information incoming from the outside?
Balance! The pilot has to manage a balance between “the big picture” and the “detailed picture”.
Imagine that you focus your attention through the lenses of a camera. Some lenses are wide angle and provide the framework for a large portion of visual field (big picture). Other lenses will allow you to zoom in to a small portion of visual field, emphasizing the details (detailed picture).
Many situations requires a general awareness of the environment in which you find yourself. Photographers can choose to use “fish-eye”objectives, being able to frame the field vision up to 180°. This type of lenses will distort the peripheral elements, but will include a large amount of information. Pilots will be able to start using a wide angle, but always be ready to zoom, focusing their attention.
When the pilot realized he was too high during final (big picture), he had to quickly focus on corrective actions to be taken (detail picture) devoting his attention to the engine speed and flaps.
At that moment, the other elements in the picture (traffic, radio communications, crosswind) were neglected, focusing on a single element.
Just solved the problem, the pilot has changed lenses so as to gain a more general awareness.
The secret is therefore a balance between the two objectives. With a “wide-angle” you will have to give up details, with a zoom lens, you will fasten your attention on individual elements, losing the overview.

flags_of_Italy
Durante la conduzione di un aereo, si forma continuamente un circuito fra le informazioni che ricevi e le decisioni che devi intraprendere. Molte di queste avvengono inconsciamente. Un esempio: sei in finale e ti rendi conto di essere leggermente alto. Istintivamente correggi i giri del motore oppure estrai di qualche grado i flaps. Il problema è già risolto ancora prima che questo si manifesti compiutamente. Poiché sei perfettamente consapevole della situazione, hai apportato delle azioni correttive, risolto il problema hai continuato l’avvicinamento. Se al contrario, non sei consapevole della situazione, il problema irrisolto si sarebbe aggravato obbligandoti quindi ad una riattaccata.
Essere troppo alti durante il finale, averne la consapevolezza e aver apportato le necessarie azioni correttive, è un semplice esempio. In realtà l’ambiente che ci circonda, può essere molto complesso, e i problemi possono essere molti, e questi presentarsi simultaneamente. Come può, quindi il pilota essere in grado di gestire la complessità della situazione mantenendo la consapevolezza e gestendo le varie informazioni provenienti dall’esterno?
Equilibrio! Il pilota deve gestire una situazione di equilibrio tra “il quadro generale” e il “quadro dettagliato”.
Immagina di focalizzare la tua attenzione attraverso le lenti di un obiettivo. Alcune lenti sono grandangolari e inquadreranno una grossa porzione di campo visivo (quadro generale). Altre lenti ti consentiranno di zoommare fino a inquadrare una piccola porzione di campo visivo, enfatizzandone i dettagli (quadro dettagliato).
In molte situazioni è richiesta una consapevolezza di tipo generale dell’ambiente in cui ti trovi. I fotografi potranno scegliere di usare un obiettivo “fish-eye” riuscendo a inquadrare il campo visivo fino a 180°. Questo tipo di lente distorcerà gli elementi periferici, ma includerà una grande quantità di informazioni. I piloti dovranno essere in grado, di partire usando una lente grandangolare, ma essere sempre pronti a zoommare, focalizzando la loro attenzione.
Quando il pilota ha realizzato di essere troppo alto durante il finale (quadro generale) egli ha dovuto focalizzare velocemente sulle azioni correttive da apportare (quadro particolare) dedicando la sua attenzione ai giri motore e ai flaps.
In quel momento, gli altri elementi presenti nel quadro generale (traffico, comunicazioni radio, vento al traverso) sono stati trascurati, focalizzando su un solo elemento.
Appena risolto il problema, il pilota ha cambiato lenti così da acquisire una consapevolezza più generale.
Il segreto è quindi un equilibrio tra i due obiettivi. Con un “wide-angle” dovrai rinunciare ai dettagli, con uno zoom, fisserai la tua attenzione sui singoli elementi, ma perderai la visione d’insieme.
(to be continued)

The Cessna D-EPRT in Ravenna Airfield.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...