L’anello debole 1

Anellodebole1

In un sistema complesso come quello del volo, sia per l’elevato numero delle componenti coinvolte, sia per le situazioni a rischio che possono verificarsi, l’importanza del corretto modo di operare dell’uomo risulta fondamentale per assicurarne un sicuro svolgimento in ogni sua fase.
All’inizio della storia dell’aviazione gli incidenti erano molti e spesso dovuti ad una parziale conoscenza del volo e delle attività ad esso connesse. Una grande percentuale era dovuta a cause ambientali (meteo) oppure problemi tecnici (cedimenti strutturali o avarie ai motori), una percentuale era invece imputabile ad errori commessi dai servizi di controllo del traffico aereo o di manutenzione, infine, un’altra parte era imputabile ad errori commessi dai piloti.
Con lo sviluppo tecnologico e con l’accumularsi dell’esperienza il numero degli incidenti si è ridotto sensibilmente, stabilizzandosi tuttavia su un certo valore al di sotto del quale negli ultimi decenni non si è mai scesi. Se andiamo ad indagare su quali siano le cause di questi incidenti, che sembrano non potersi eliminare, troviamo che il 70-80% siano imputabili ad errori umani, mentre solo una piccola parte e causata da problemi imprevedibili.
La maggior parte della responsabilità di questi errori umani sono da imputarsi ai piloti.
I sistemi di automazione e di costruzione, le procedure basate sull’esperienza, sembrano aver dato il massimo del contributo possibile alla sicurezza del volo; l’ultimo terreno su cui lavorare è appunto il comportamento dell’uomo.
(segue)

In volo con il D-EPRT verso Losinj, lasciando la costa romagnola.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...